a 20 € al mese.

tutti i libri che vuoi

 


Fondare le biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire.

Marguerite Yourcenar

Avviso

Ferretti, L'editore Cesare Pavese


collana: Piccola Biblioteca Einaudi Ns
editore: Einaudi
data pubblicazione: 28/02/2017
pagine: 223
prezzo: € 22,00
ISBN: 9788806221072
a cura di: 
traduzione di:
argomento:
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
  

 

 

Gian Carlo Ferretti

L'editore Cesare Pavese


Un saggio organico dedicato a una figura centrale nella letteratura del Novecento, che è uno spaccato della storia della Casa editrice Einaudi e un modello esemplare di lavoro editoriale.

Redattore, direttore editoriale, direttore di collana, voce nel coro del «mercoledí», editore di se stesso, oltre che autore e traduttore e curatore in proprio, Cesare Pavese è una personalità di primissimo piano in Casa Einaudi, e uno dei maggiori letterati editori del Novecento italiano. Di lui questo saggio di Gian Carlo Ferretti traccia per la prima volta un ritratto organico e completo, con passione, vivacità e rigore, e con un'ampia consultazione di carte inedite. Ne scaturisce una figura originale di editore, intellettuale coltissimo e epistolografo d'eccezione, sempre attento alle esigenze del lettore, capace di dare un contributo fondamentale alla strategia di Giulio Einaudi, di muoversi tra sapienti mediazioni e forti tensioni all'interno della «concordia discorde» degli einaudiani, e capace altresí di realizzare nella sua collana viola (tra collaborazione e dissenso con Ernesto de Martino) una tendenza che interagisce intimamente con la sua poetica del mito. Una tendenza controcorrente nella cultura contemporanea. Questo ritratto finisce per diventare anche uno spaccato della casa editrice Einaudi, ricco di episodi significativi e di aneddoti curiosi, e di protagonisti indimenticabili: da Leone e Natalia Ginzburg a Giaime Pintor, da Felice Balbo a Massimo Mila, dal grande rivale Elio Vittorini a Italo Calvino a tanti altri. Ma questa è anche la storia di un suicidio a lungo protratto, attraverso il travaglio creativo, la contraddittorietà politica e la disperazione amorosa: una spinta autodistruttiva dalla quale Pavese riesce a difendersi con il suo infaticabile lavoro, tra ruvidezza, ironia e dedizione, fino al gesto estremo.

Indice
Sommario: Introduzione. - Il merito della priorità e alcune doverose considerazioni. - I. I rapporti con la politica. - II. L'ancora di salvezza. - III. La concordia discorde. - IV. Le collane. - V. La sua collana. - VI. L'editore di se stesso. - VII. L'amore e il lavoro. - VIII. Il successo e la morte. - Archivi. - Bibliografia. - Indici.

 

Gian Carlo Ferretti ha svolto una lunga attività giornalistica, editoriale e universitaria, e ha pubblicato saggi sui principali scrittori e critici italiani del Novecento. Da tempo inoltre studia i processi dell'editoria libraria e i suoi rapporti con il mercato. Sono da ricordare a questo proposito Il mercato delle lettere (1979 e 1994), Il best seller all'italiana (1983 e 1993), e i saggi sull'attività editoriale di Vittorini (1992), Alberto Mondadori (1996), Calvino (1997) e Sereni (1999).

 

Recensioni

  recensione di Ernesto Ferrero  su La Stampa


dello stesso autore nel catalogo Einaudi 
 

Condividi questo articolo su...