Avviso

Arasse, Storie di pitture


collana:  Piccola Biblioteca Einaudi - Mappe  
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2014
pagine: XVIII - 222
prezzo: € 34,00
ISBN: 9788806221911
a cura di:
prefazione di: 
traduzione di: Frédéric Ieva
argomento:
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
   


 

 

Daniel Arasse

Storie di pitture


Con l'entusiasmo, l'audacia e l'erudizione che lo distinguono, Daniel Arasse invita il lettore a una carrellata sulla storia della pittura lunga sei secoli, dall'invenzione della prospettiva sino alla scomparsa della figura.

Evocando sia le grandi tematiche - la prospettiva, l'Annunciazione, il dettaglio, le fortune e le sfortune dell'anacronismo, il restauro e le condizioni di visibilità e di esposizione - sia quadri e pittori particolari, Arasse fa rivivere con intelligenza e fervore diversi momenti chiave della storia dell'arte: il Rinascimento italiano, il manierismo, Vermeer, Ingres, Manet. La sua analisi si nutre di esempi concreti - La Madonna Sistina di Raffaello, La Gioconda, la Camera degli sposi di Mantegna, Il chiavistello di Fragonard - e si conclude toccando alcuni aspetti dell'arte contemporanea. Il lettore ritroverà il gusto di vedere con occhi nuovi celebri momenti della pittura, grazie a un approccio sensibile e aperto. E sarà sempre sorpreso, sollecitato e infine soggiogato dall'intelligenza e dall'ironia dell'autore.

Indice
Una voce per vedere di Bernard Comment. Daniel Arasse: autoritratto di storico, 25×20 di Catherine Bédard. - 1. Il quadro preferito. 2. La Gioconda. 3. La pittura come pensiero non verbale. 4. L'invenzione della prospettiva. 5. Prospettiva e annunciazione. 6. La Vergine sfugge a ogni misura. 7. Un arcangelo che fa l'autostop. 8. Segreti di pittori. 9. La regola del gioco. 10. Prospettive di Leonardo da Vinci. 11. La tesi rubata. 12. Dalla memoria alla retorica. 13. Uno storico alla Camera degli sposi. 14. Per una breve storia del manierismo. 15. Vermeer fine e sfumato. 16. Fortune e sfortune dell'anacronismo. 17. Elogio paradossale di Michel Foucault attraverso «Las Meninas». 18. Da Manet a Tiziano. 19. Si vede sempre meno. 20. Pittura e dettaglio. 21. La pittura vista da vicino. 22. Alberti scomparso; il tempo ritrovato. 23. Alcune intuizioni personali. 24. Il niente è l'oggetto del desiderio. 25. Si può diventare storico del proprio tempo? - Bibliografia delle opere citate. Indice dei nomi e delle opere.

 

Daniel Arasse (1944-2003), tra i piú importanti storici dell'arte degli ultimi decenni, direttore dell'Istituto francese di Firenze dal 1982 al 1989 e direttore di ricerca presso l'École des hautes études en sciences sociales di Parigi, ha scritto tra l'altro L'ambizione di Vermeer (Einaudi, 2006), Il dettaglio. La pittura vista da vicino (il Saggiatore, 2007), L'annunciazione italiana. Una storia della prospettiva (La Casa Usher, 2009), Il soggetto nel quadro. Saggi d'iconografia analitica (Edizioni ETS, 2010), Non si vede niente. Descrizioni (Einaudi, 2013) e Storie di pitture (Einaudi, 2014).

dello stesso autore nel catalogo Einaudi

Condividi questo articolo su...