...se non ci fossero i libri, noi saremmo tutti rozzi e ignoranti, senza alcun ricordo del passato, senza alcun esempio; la stessa urna che accoglie i corpi cancellerebbe anche la memoria degli uomini.

Cardinale Bessarione

Avviso

Abate - Mastrofranco, Chiedo scusa


collana: Super ET
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2017
pagine: 240
prezzo: € 12,00
ISBN: 9788806236922
a cura di:
traduzione di: 
argomento: narrativa italiana
formato: brossura

per l'acquisto scegli tra:

  

 

Francesco Abate

e Saverio Mastrofranco

Chiedo scusa


Valter si burla del mondo perché da sempre è abituato a perdere. Pensa che il mondo debba chiedergli scusa. Ma quando una malattia lo porta a un'odissea senza fine nel dolore, sente che invece è lui a dover chiedere scusa a tutti. Perché quello che credeva il suo dolore è una goccia del dolore del mondo. Una goccia dell'ingiustizia senza rimedio e spiegazione. E allora la sua caduta e rinascita diventano il tentativo di risarcire ognuno per la misera condizione di essere umano di fronte al potere spesso crudele della natura. Ma anche un'indimenticabile dichiarazione di speranza.
Un romanzo nudo e limpido come una pietra preziosa, che scopre il lato comico della vita nel luogo piú impensato: nel piú estremo dolore.

«Chiedo scusa è il canto di una guarigione che non passa per la sterilità, un invito a farsi contaminare, a correre qualche rischio in piú rispetto alla purezza assoluta del bastare a se stessi».  Michela Murgia

 

Francesco Abate è nato a Cagliari nel 1964. Dj nei club dell'isola col nome di Frisko, è giornalista. Ha esordito con Mister Dabolina (Castelvecchi, 1998). Sono seguiti Il cattivo cronista (Il Maestrale, 2003), Ultima di campionato, da un soggetto vincitore del premio Solinas (Il Maestrale, 2004/ Frassinelli 2006), Getsemani (Frassinelli, 2006) e I ragazzi di città (Il Maestrale, 2007). Con Einaudi ha pubblicato Mi fido di te («Einaudi Stile libero» 2007 e «Super ET» 2008), romanzo di successo scritto a quattro mani con Massimo Carlotto, Cosí si dice (2008) e Chiedo scusa (con Saverio Mastrofranco, 2010 e 2012).

Saverio Mastrofranco è il nome con cui un «intenditore» di cinema chiamò Valerio Mastandrea chiedendogli un autografo per strada. Da quel giorno l'attore lo usa per piccole incursioni sulla scena musicale e letteraria. Per Einaudi ha pubblicato Chiedo scusa, scritto con Francesco Abate (2010 e 2012).

 

 

 

 dello stesso autore nel catalogo Einaudi   

Condividi questo articolo su...