Fondare le biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire.

Marguerite Yourcenar

Avviso

Piccolo, L'Italia spensierata

collana: Super ET 
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2014
pagine: 167
prezzo: € 11,00
ISBN: 9788806222918
a cura di:
traduzione di: 
argomento: narrativa italiana
formato: rilegato
per l'acquisto scegli tra:
      

 

 

Francesco Piccolo

L' Italia spensierata


«Io mi sono sempre sentito diverso da quelli che guardano Domenica in o Natale a Miami o si infilano negli ingorghi delle vacanze. È tutta la vita che mi baso su tali certezze. Poi queste certezze hanno cominciato a vacillare».

Ci sono cose che non fareste mai. Cosí dite: né ora né mai. Sprecare una fruttuosa domenica pomeriggio negli studi di Cinecittà per partecipare a una trasmissione televisiva, per esempio. Sgomitare in un autogrill, anzi due, nei giorni di punta, quelli da bollino rosso. Mettersi in coda per salire sulle attrazioni di Mirabilandia e divertirsi assaporando la paura della morte, vomitare dopo le montagne russe, spendere un intero stipendio sotto il giogo di figli ipnotizzati. Affrontare la calca per l'ultimo cinepanettone, quello che vanno a vedere tutti, quello che incarna l'animo caciarone dell'italiano medio e trovarsi lí con tanti italiani medi a sorbirsi l'ennesima tonnellata di equivoci. E poi succede che siete anche voi dentro le cose che non fareste mai. A tutti, prima o poi, succede. «È il momento in cui ci si chiede se ci si sente un po' stupidi. E la risposta non è: no. La risposta è: sí. Ma questo sí è comprensivo e caloroso, suggerisce un diritto a essere un po' stupidi qualche volta nella vita... e a lasciarsi andare». Con l'ironia e l'acume che lo contraddistinguono, Francesco Piccolo ci porta con sé in un viaggio di partecipazione alla scoperta di un'Italia dei «tanti», in cui, nostro malgrado e con sorpresa, ci riconosciamo. Perché quell'Italia, per quanto possa inquietarci, somiglia a ognuno di noi.

 

Francesco Piccolo (1964) è scrittore e sceneggiatore. Per Einaudi ha pubblicato: La separazione del maschio (2008), Momenti di trascurabile felicità (2010) e Il desiderio di essere come tutti (2013), vincitore del Premio Strega 2014. Negli Einaudi Tascabili: Storie di primogeniti e figli unici (2012), Allegro occidentale (2013) e L'Italia spensierata (2014). È fra gli autori di Figuracce (Einaudi Stile Libero 2014).

 

 

dello stesso autore nel catalogo Einaudi 


Condividi questo articolo su...