...i libri che ti mancano per affiancarli ad altri nel tuo scaffale, i libri che ti ispirano una  curiosità improvvisa, frenetica e non chiaramente giustificabile.

Italo Calvino

Avviso

Articoli

Fink, Moda

collana: Piccola Biblioteca Einaudi
editore: Einaudi
data pubblicazione: 02/04/2024
pagine: XXIV - 104
prezzo: € 17,00
ISBN: 9788806263355
a cura di: Giovanni Matteucci
traduzione di: Vincenzo Santarcangelo
argomento:
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
      
ACQUISTA
 

Eugen Fink

Moda

Un gioco seduttivo

 

Eugen Fink, una delle più grandi figure del "movimento fenomenologico", indaga la moda a vari livelli filosofici - estetico, etico, sociale - e in relazione ad altre forme di cultura umana, in particolare quella contemporanea.

Pubblicate nel 1969, queste riflessioni di Eugen Fink sono uno dei rari casi in cui la grande filosofia del Novecento affronta il tema della moda. Ad essa si attribuisce qui addirittura lo «statuto speciale» del «fenomeno-chiave», alla luce di un’indagine antropologico-filosofica in cui sfocia la formazione fenomenologica di Fink. Come in precedenza aveva fatto Georg Simmel, scorge infatti nella moda l’attuarsi delle dinamiche piú profonde della forma d’esistenza propria dell’essere umano, a partire dalla capacità di accedere a una sensatezza del mondo intercettata sul suo nascere dall’apparenza. Cosí, pagine suggestive vengono dedicate alla Nascita di Venere di Botticelli, emblema di un corpo vivente che si fa espressivo grazie alla logica sottesa all’abito amplificata, anche nella sua carica erotica, dalla moda. Quest’ultima incarna pertanto quella forma del «gioco », fenomeno essenziale dell’esistenza umana, che ha il carattere della seduttività. Di conseguenza, il testo di Fink risulta in grado di descrivere la complessità della moda trasformata ormai, sul finire degli anni Sessanta, in pratica di massa.

Indice  

La moda come fenomeno-chiave della filosofia di Giovanni Matteucci. -I. I poteri magici della moda. - II. La moda come fenomeno sociale. - III. Moda: il desiderio di essere sempre diversi. - IV. Fascino e prestazione della moda. - V. La moda ha molte facce. - VI. Guida o seduzione nella moda. - VII. La moda è giustificata a esistere?

 

Eugen Fink (1905-1975) è stato allievo e stretto collaboratore di Husserl. Oltre a originali sviluppi del pensiero fenomenologico maturati in dialogo critico con Heidegger, ha elaborato una prospettiva antropologico-filosofica che ha uno dei propri fulcri nel concetto di gioco. Tra le sue opere tradotte in italiano: Fenomeni fondamentali dell'esistenza umana (1955), La filosofia di Nietzsche (1960), Il gioco come simbolo del mondo (1960). Einaudi ha pubblicato Moda. Un gioco seduttivo (2024).

 

 

 

recensioni

dello stesso autore nel catalogo Einaudi

Condividi questo articolo su...