Dopo aver letto molto, scegli un pensiero che tu possa assimilare in quel giorno. Anch’io faccio così: del molto che leggo prendo sempre qualcosa. Lucio Anneo Seneca

Avviso

Articoli

Giammei, Cose da maschi

collana: Super ET Opera Viva
editore: Einaudi
data pubblicazione: 07/03/2023
pagine: 216
prezzo: € 15,00
ISBN: 9788806258559
contributi di:
fotografie di: 
argomento:
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
      
ACQUISTA
 

Alessandro Giammei

Cose da maschi


 

Fermacravatte e orecchini, smalti e canottiere, collane e rasoi: attraverso venticinque oggetti tradizionalmente considerati (o sorprendentemente diventati) «da maschi», questo saggio esplora le possibili vie d'uscita dalle maglie strette che il patriarcato ci impone. Perché forse per superare il patriarcato bisogna abitare, non abolire, la maschilità. E invece di partire dalle parole, su cui non riusciamo a metterci d'accordo, sarà bene iniziare dalle cose.

Cose da maschi è un inventario di simboli, orpelli, strumenti che definiscono (o destabilizzano) la differenza tra maschile e femminile; una differenza che ci è piú facile pensare e vivere come un dualismo, piuttosto che immaginarla come un confine labile e permeabile in entrambe le direzioni. È un osservatorio sulla metà del cielo che ci è sempre parsa nota, standard, dominante, e intende invece farcela aliena, curiosa, esotica, speciale. Intende soprattutto rimapparne le costellazioni, visitando sia pianeti familiari sia sistemi remoti, mai raggiunti prima dai telescopi: quelli abitati da ragazzi-soia e fascinosi secchioni, da icone hip hop che somigliano a gentiluomini del Rinascimento, da cose e persone che rifiutano l’utilità, la forza, il potere, e si acclimano (da secoli o da ieri l’altro) in un futuro piú gioiosamente ibrido e consapevole. Per capire cosa siano l’identità di genere, il patriarcato, persino il femminismo oggi (e soprattutto, per capire cosa saranno domani) bisogna infatti interrogare la maschilità invece di darla per scontata. Dalle pistole di plastica che mettiamo in mano ai bambini agli smalti e collane dei cantanti che seguono su TikTok quando non li guardiamo, il catalogo delle cose ancora (o non piú) maschili di quest’età fluida e immateriale racconta le fragilità di supereroi e leader carismatici, il potere di idoli mingherlini e softboy, le ambizioni e i sogni di chi lotta perché quella dei maschi diventi una tribú inclusiva, consapevole dei propri miti e dei propri privilegi.

 

Alessandro Giammei è nato a Roma nel 1988, ed è professore di Letteratura italiana all'Università di Yale, negli Stati Uniti. Critico letterario e scrittore, oltre a diversi articoli e saggi sull'arte e la letteratura del Rinascimento e del Novecento è autore della monografia Nell'officina del nonsense di Toti Scialoja (edizioni del verri 2014), vincitrice dell'Harvard Edition dell'Edinburgh Gadda Prize nel 2015, e del romanzo-saggio Una serie ininterrotta di gesti riusciti (Marsilio 2018). Per Einaudi ha pubblicato Cose da maschi (2023). Collabora con «Domani».

Recensioni

dello stesso autore nel catalogo Einaudi

Condividi questo articolo su...