Fondare le biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire.

Marguerite Yourcenar

Avviso

Articoli

Veselka, Le grandi terre del largo

collana: Supercoralli
editore: Einaudi
data pubblicazione: 05/04/2022
pagine:  448
prezzo: € 22,00
ISBN: 9788806251178
a cura di:
traduzione di:  Margherita Emo
argomento: narrativa straniera
formato: rilegato
per l'acquisto scegli tra:
  
ACQUISTA
 

Vanessa Veselka

Le grandi terre del largo


Livy e Cheyenne sono sorelle a metà. Le accomunano un padre biologico snaturato e un fratello adottivo ufficioso. La donna che le ha cresciute entrambe, una pugnace appassionata di I Ching e New Age, è la madre naturale di una sola di loro. Quale, non lo sanno, ma giunte ormai all’età di trentatre anni hanno intenzione di scoprirlo. Inizia per loro un viaggio picaresco e travagliato che, toccando tutti i punti cardinali di un’America povera ma generosa – la California e la Carolina del Nord, i deserti meridionali e i mari d’Alaska -, le porterà a prendere il largo fisicamente e spiritualmente.

Trentatre anni fa Kirsten, appassionata di magia e affini, ha avuto una figlia. Un’altra, l’ha vinta con un tiro di monete e l’I Ching; quale delle due sia l’una e quale l’altra non ha mai voluto rivelarlo. Ora Livy e Cheyenne delle sue storie fumose sono arcistufe: scorgendo la possibilità di scoprire la verità sulle loro radici, le due donne salgono in macchina, pronte ad attraversare gli Stati Uniti da Seattle a Boston alla volta del Tempio del fiore di fuoco. Comincia cosí l’avventuroso romanzo di Vanessa Veselka, un on the road al femminile in cui la storia personale di tre donne diversissime si intreccia alla dura realtà di una nazione che attira stranieri da tutto il mondo, abbacinandoli con il mito del sogno americano, e intanto lascia indietro i suoi, costretti a rimandare a tempi migliori persino una visita dal medico. Presto le strade delle due sorelle si dividono: Livy, piú quadrata, va in Alaska a sudarsi un po’ di sicurezza economica pescando salmoni e granchi; Cheyenne, piú mistica, continua da sola la sua ricerca di risposte e, benché ancora non ne sia cosciente, di pace interiore. Kirsten, nel frattempo, è a casa ad affrontare i suoi problemi a testa alta, come ha sempre fatto. Per fortuna anche tra chi tira la cinghia c’è gente generosa: quando le cose si mettono davvero male, Livy trova un sostegno nella volontaria idealista di un centro antiviolenza, Cheyenne nel fratello avviato a diventare marine e Kirsten nell’ostetrica battagliera che anni prima l’ha liberata dai condizionamenti di un coercitivo mondo a tinte pastello.

 

Vanessa Veselka (1969), scappata di casa da adolescente, ha vissuto la vita rocambolesca che descrive, viaggiando da clandestina sui treni merci, lavorando come cameriera e operatrice del sesso, frequentando l'ambiente musicale e lottando come sindacalista. Vive a Portland, in Oregon. Nel 2012, con Zazen, il suo primo romanzo, ha vinto il premio letterario per esordienti PEN/Robert W. Bingham. Le grandi terre del largo è stato nominato per il National Book Award 2020 e si è aggiudicato il Ken Kesey Award degli Oregon Book Awards 2021.

Recensioni

dello stesso autore nel catalogo Einaudi

Condividi questo articolo su...