I libri che da tanto tempo hai in programma di leggere, i libri che da anni cercavi senza trovarli, i libri che riguardano qualcosa di cui ti occupi in questo momento…

Italo Calvino

Avviso

Articoli

Mandel'stam, Quaderni di Mosca

collana: Collezione di poesia
editore: Einaudi
data pubblicazione: 15/06/2021
pagine: 344
prezzo: € 16,50
ISBN: 9788806248765
a cura di:
traduzione di:
argomento: poesia
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
ACQUISTA
 

Osip Mandel'stam

Quaderni di Mosca

 

Quando pensi a cosa ti lega al mondo,
non credi a te stesso: sciocchezze!
La chiave di mezzanotte di una casa altrui,
un quattrino d'argento in tasca,
e la celluloide ladra di un film.

Con i Quaderni di Mosca, a partire dal 1930, si apre la cosiddetta seconda stagione della poesia di Mandel¿štam, caratterizzata dall’abbandono del tono classico ed elevato a favore di una mescolanza di registri stilistici e forme metriche, un laboratorio in cui conta piú di tutto lo «slancio» poetico, in grado di trasformare in cicli di poesie un flusso di materiali eterogenei, autobiografici, storici e letterari, con una dinamica ambigua, simile a quella dei sogni. Sia il ciclo del viaggio in Armenia che apre il libro, sia quelli successivi ambientati a Leningrado e a Mosca presentano una poesia diretta e colloquiale, eppure cosí sfuggente, in grado di mescolare immagini della vita quotidiana con dotte citazioni letterarie, di sovrapporre piani temporali e spaziali diversi, di rappresentare la realtà nella sua natura pluristratificata e intimamente contraddittoria. Questo libro cosí fondamentale per la storia della poesia del Novecento non era mai stato integralmente tradotto in italiano. Ci hanno pensato Pina Napolitano e Raissa Raskina, offrendoci anche un indispensabile apparato di note in fondo al volume che permette di recuperare i molti riferimenti alla vita sovietica e alla biografia personale che il poeta distribuisce o, per meglio dire, fa esplodere nei suoi versi.

 

Osip Mandel'stam (1891-1938) è uno dei massimi poeti russi del Novecento. Subí il primo arresto per «attività antisovietica» nel 1934. Dopo un periodo di confino fu nuovamente arrestato e condannato alla deportazione in un lager vicino a Vladivostok. Morí nel trasferimento. Di lui Einaudi ha in catalogo, nella collana «Collezione di poesia», Cinquanta poesie (1998) e Ottanta poesie (2009), entrambi a cura di Remo Faccani e Quaderni di Mosca (2021), a cura di Pina Napolitano e Raissa Raskina.

Recensioni

dello stesso autore nel catalogo Einaudi 

Condividi questo articolo su...