a 20 € al mese.

tutti i libri che vuoi

 


...i libri che ti mancano per affiancarli ad altri nel tuo scaffale, i libri che ti ispirano una  curiosità improvvisa, frenetica e non chiaramente giustificabile.

Italo Calvino

Avviso

Articoli

La Guerra-mondo 1937-1947

  
collana: Piccola Biblioteca Einaudi
editore: Einaudi
data pubblicazione: 02/10/2018
pagine: 2048
prezzo: € 64,00
ISBN: 978880623265
a cura di: Alya Aglan - Robert Frank
traduzione di:
argomento: storia
formato: 2 voll.indivisibili
per l'acquisto scegli tra:

vedi anche

edizione rilegata in cofanetto

 

La Guerra-mondo 1937-1947

 

Una storia globale della guerra 1937-47, dell'unica «guerra-mondo» combattuta, inventata, vissuta e superata dall'umanità.

Una cinquantina di storici, filosofi e scienziati della politica, di generazioni e nazionalità diverse, raccontano la guerramondo con un triplice intento: mostrare che la guerra si estese al mondo intero e in particolare, questa volta, all'Africa e all'Asia; sottolineare che tale processo di mondializzazione modificò categorie e rappresentazioni spaziali e temporali; rimarcare, infine, che, come è sempre piú evidente, costituí un mondo in sé. Questo perché i parametri del tempo di pace divennero obsoleti; le parole cambiarono significato, contaminate dagli eufemismi della propaganda; la ripartizione di genere del lavoro venne sconvolta; le tecnologie civili e i prodotti della chimica progredirono, o furono creati ex novo, dalla mobilitazione e dalle sollecitazioni delle industrie di morte; i dominî coloniali crollarono definitivamente. Senza dimenticare il mutamento delle esperienze quotidiane ed estetiche, come vivere di notte, ascoltare la musica per non udire il rumore delle bombe o i discorsi dell'invasore, rimettere in auge vecchi canti che per ciò stesso diventavano patriottici, per non parlare della recita di una poesia imparata a memoria di malavoglia a scuola che, in un accampamento militare, si trasformava nell'estrema, sublime preghiera di chi assisteva i morenti. Sí, la guerra fu un mondo che prese forma ben prima degli avvenimenti europei relativi all'invasione nazionalsocialista della Polonia il 1o settembre 1939; essa venne innescata dapprima in Asia e in Africa, già nel 1931 in Manciuria, nel 1935 in Etiopia e soprattutto, in forma piú sostanziale, in Cina a partire dal 1937: la data scelta in quest'opera per segnarne l'inizio. Ugualmente, l'uscita dalla guerra si protrasse ben oltre la sua conclusione ufficiale il 2 settembre 1945; arrivando sino ai trattati di pace del febbraio 1947 firmati solamente con alcuni dei paesi sconfitti, allorché fu chiaro che gli Alleati non avrebbero potuto pervenire a un accordo negoziato sulla sorte della Germania e che alla guerra-mondo non sarebbe seguita una pace-mondo, bensí una guerra fredda tra i nuovi giganti: Stati Uniti e Unione Sovietica.

Indice
Tomo I - 1. Enzo Traverso. Prologo. 1919-1945: il mondo attraverso il prisma della guerra - 2. Marie-Anne Matard-Bonucci. 1935-1939. Etiopia e Spagna: i prologhi fascisti della guerra - 3. Hugues Tertrais. 1937: la guerra ha inizio in Asia - 4. Johann Chapoutot. 1935-1940: le democrazie e la guerra - 5. Stefan Martens. Primavera-estate 1940: i primi «Blitzkriege» della Germania nazista - 6. Robert Frank. Giugno 1940: la disfatta della Francia o il senso di Vichy - 7. Jérôme de Lespinois. 1940.1944: le battaglie d'Inghilterra - 8. Olivia Gomolinski. 1939.1941: l'Urss di fronte alla guerra - 9. Robert Frank. 1941: la guerra si radica nel tempo - 10. Nicolas Vaicbourdt. 1942.1943: i dibattiti strategici fra gli Alleati - 11. Jean-Baptiste Bruneau. La guerra per la supremazia sui mari - 11. Bernard Lory. La quarta guerra balcanica - 12. Henry Laurens. La guerra del deserto - 13. Camille Lefebvre. Combattenti, lavoratori, prigionieri: gli africani in guerra - 14. Olivier Compagnon. Ai margini della guerra? L'America Latina - 15. Antoine Fleury. Ai margini del conflitto? Stati neutrali e non belligeranti - 16. Pierre Grosser. Primavera 1943 - primavera 1944: un lungo ribaltamento - 17. Pierre Grosser. Primavera 1944 - estate 1945: una vittoria difficile - 18. Pierre Journoud. 1945: fine della guerra nell'Asia-Pacifico, inizio dell'era nucleare - 19. Jenny Raflik-Grenouilleau. 1945-1947: dalla pace delle Nazioni Unite alla guerra fredda - 20. Johann Chapoutot. Una guerra per il dominio del tempo - 21. Olivier Forcade. L'informazione in tempo di guerra - 22. Masha Cerovic. Il fronte germano-sovietico, 1941-1945: un'apocalisse europea - 23. Tall BruttmannLa «soluzione finale»: dalle unità mobili di massacro ai campi di sterminio - 24. Peter Lieb. Sbarcare in Europa, 1943-44: sfide e realtà - 25. Jörg Echternkamp. 1945: le battaglie in Germania - 26. Hugues Tertrais. I fronti giapponesi - 27. Barbara Lambauer. L'adesione al progetto di un'Europa tedesca: collaborazione e collaborazionismo - Tomo II - 1. Alya Aglan. Le resistenze in Europa, ovvero gli Stati-nazione alla prova - 2. Hugues Tertrais. Le resistenze in Asia - 3. Eric Jennings. Il peso degli imperi coloniali nella guerra - 4. Claire Sanderson. Economia di guerra e mobilitazione degli spiriti in Gran Bretagna - 5. Pap Ndiaye. La società americana e la «buona guerra» - 6. Rebecca Manley. Economia di guerra e inquadramento della società in Urss - 7. Michel Fabréguet. «Guerra totale» in Germania - 8. Jean-Louis Margolin. Le mobilitazioni in Giappone - 9. Robert Frank. La mobilitazione della scienza - 10. Yann Decorzant e Olivier Feiertag. Da un mondo all¿altro: le organizzazioni economiche e finanziarie internazionali - 10. Gilles Ferragu. Le Chiese nella guerra mondiale - 11. Barbara Lambauer. L'occupazione tedesca in Europa: regimi e repressione - 12. Alya Aglan. «Wie Gott in Frankreich»? I tedeschi in Francia, 1940-1948 - 13. Claire Andrieu. Salvataggi nell'Europa tedesca - 14. Jean-Louis Margolin. L'occupazione nipponica - 15. Peter Gaisa. Il lavoro in tempo di guerra - 16. Kenneth Mouré. «Meno burro, piú cannoni»: consumo e mercati civili in tempo di guerra - 17. Joanna Bourke. Le donne nella guerra-mondo - 18. Ludivine Bantigny. Giovani e generazioni in guerra - 18. Alya Aglan e Johann Chapoutot. La notte - 19. Laurent Jeanpierre. Geografia culturale della guerra - 20. Anaïs Fléchet e Jean-Sébastien Noël. Musiche di guerra e musiche della guerra - 21. Ludivine Bantigny. Cinema in guerra, guerra al cinema - 22. Dzovinar Kévonian. Esuli, sfollati e migranti forzati: i rifugiati della guerra-mondo - 23. Michel Margairaz.

 

Alya Aglan insegna Storia contemporanea all'Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne. Per Einaudi ha curato, con Robert Frank, la Grande Opera La guerra-mondo (2016).

Robert Frank è Professore emerito dell'Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne. Per Einaudi ha curato, con Alya Aglan, la grande opera La guerra-mondo (2016).

 

 


 recensioni

 

Condividi questo articolo su...