Avviso

Articoli

Wells, Storia di un uomo che digeriva male

collana: Letture Einaudi
editore: Einaudi
data pubblicazione: 29/05/2018
pagine:  XX - 276
prezzo: € 20,00
ISBN: 9788806237424
prefazione di:  Marco Rossari
traduzione di: Andrea Asioli
argomento: narrativa straniera
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
  

 


 

Herbert George Wells

Storia di un uomo che digeriva male


«Un romanzo pieno di energia e di vivacità artistica, scorrevole e interessante. Pare di bere un bicchierone d'assenzio dopo essersi impiastricciati la bocca con tanti dolci saccarinati» Antonio Gramsci

Oltre ai celeberrimi libri di fantascienza, Wells ha scritto molti altri romanzi. Questo è senz'altro il piú divertente. In una desolante cittadina della provincia inglese, Mr Polly è un uomo di mezza età la cui vita è afflitta dalla fallimentare gestione di un negozio di abbigliamento, da una moglie sempre piú insopportabile, nonché da problemi digestivi e fastidiosi sintomi psicosomatici. Finché, un giorno, decide di «piantar baracca e burattini»... Il tema - la tristezza e le difficoltà dell'uomo medio - è serio, ma lo svolgimento è pieno di vicende comiche e avventurose. Dall'ironia dickensiana alla gag slapstick, tutte le forme dello humour prendono corpo nel romanzo scorrendo verso un finale rocambolesco e commovente.

«Hole!» Piú ci penso e piú il grido che apre questo piccolo gioiello dimenticato, libro elegante e delizioso, pieno di caratterizzazioni esilaranti e di scene memorabili (valga per tutte l'impacciatissima richiesta di matrimonio - o matrinoia, direbbe il protagonista, visto il risultato successivo - con battute degne di Woody Allen: «Ebbe la curiosa sensazione che sarebbe stata una grande soddisfazione sposarsi e avere una moglie - sennonché, in qualche modo, sperava non fosse Miriam»), impeccabile nello stile e nella trama, fucina di trovate intelligenti, insomma piú ci penso e piú «Hole!» sembra un grido arrembante di resa e di rivolta, per quanto minima. Non politica, umana. Un barbarico «howl». Cambiare vita quando la vita è una, scegliere una strada adiacente senza la possibilità di una revisione, di un editing, di un correttore che ti aggiusti tutti i refusi umani: che fatica. dalla prefazione di Marco Rossari


Herbert George Wells nasce nel 1866 a Bromley, nel Kent, in una famiglia della piccola borghesia. Da giovane alterna gli studi al lavoro come apprendista in un'impresa di tessuti e commesso in farmacia. Grazie a una borsa di studio, nel 1884 entra nella prestigiosa South Kensington School (che poi diventerà Royal College of Science) e ha per insegnante di biologia Thomas Henry Huxley. Nel 1890 si laurea a pieni voti in zoologia e biologia e intraprende l'attività di insegnante. Nel 1891 sposa una cugina, ma se ne separa nel 1894 per risposarsi con una sua allieva, che negli anni seguenti gli darà due figli (e altri due figli arriveranno dalle numerose relazioni extraconiugali). Nel 1893 comincia a pubblicare articoli e racconti sulla «Pall Mall Gazette». In breve tempo è conteso da altri giornali e riviste. Nel 1895 viene pubblicato in volume La Macchina del Tempo, precedentemente uscito a puntate proprio sulla «Pall Mall Gazette». A questo punto inizia la sua carriera di scrittore di successo. Nel 1896 esce L'isola del dottor Moreau, nel 1897 L'uomo invisibile e La guerra dei mondi. Nei cinquant'anni successivi pubblicherà circa settanta libri, guadagnando con i diritti d'autore fino a 60 000 sterline l'anno. Muore a Londra nel 1946. Di lui Einaudi ha pubblicato, in questa stessa collana, La Macchina del Tempo nella traduzione di Michele Mari.

 

Recensioni


Dello stesso autore nel catalogo Einaudi 

Condividi questo articolo su...