Fondare le biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire.

Marguerite Yourcenar

Avviso

Articoli

Celan, La sabbia delle urne

 
collana: Collezione di poesia
editore: Einaudi
data pubblicazione: 31/05/2016
pagine: 192
prezzo: € 14,00
ISBN: 9788806228446
a cura di: Dario Borso
traduzione di: Dario Borso
argomento: poesia
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
 

Paul Celan

La sabbia delle urne

 

Se le acque a te e a me si oscurano,
guardiamoci - in fondo, cosa muta?
Il tuo cuore si sente strano davanti alle
ginestre.
La cicuta mi sfiora trasognata
le ginocchia.

Fra il 1947 e il 1948, dopo avere lasciato Bucarest, Celan visse qualche mese a Vienna e cercò di pubblicare la sua prima raccolta di poesie. Un tentativo iniziale abortí in bozze, ma un secondo sembrò andare a buon fine e il libro fu stampato in 500 copie numerate. Con questo libro Celan intendeva esordire sulla scena letteraria di lingua tedesca, ma quando si accorse della quantità di refusi impose all'editore di non distribuire il volume. Dunque La sabbia delle urne è un libro fantasma, che Celan non ristampò mai, ma fece rifluire parzialmente in pubblicazioni successive. Rimase per lui l'autentico inizio della sua opera poetica, tanto che nel 1970, per le progettate Opere complete, Celan l'aveva indicato come testo d'apertura. Anche questo progetto fu interrotto, e questa volta per una ragione piú drammatica: il suicidio dell'autore. La raccolta è stata recuperata solo in anni recenti nell'edizione critica pubblicata da Suhrkamp. In Italia, e nel mondo, viene tradotta ora per la prima volta. Vi sono già presenti i temi e i modi poetici delle raccolte successive, ma la lingua è piú trasparente e non ancora sintatticamente terremotata. È il libro ideale, non solo storicamente e filologicamente, per un primo approccio al grande poeta tedesco.

 

Paul Celan (1920-1970), di origine ebraica, scampò al nazismo, ma l'orrore che ne maturò lo condusse al suicidio, a Parigi, dove si era stabilito nel 1948. Sono tradotte in italiano alcune sue raccolte di versi: Poesie (1976), Luce coatta (1983), Di soglia in soglia (Einaudi 1996), Conseguito silenzio (Einaudi 1998), Sotto il tiro di presagi. Poesie inedite 1948-1969 (2001), Oscurato (2010) e La sabbia delle urne (Einaudi 2016). Einaudi ha pubblicato anche la raccolta di scritti in prosa La verità della poesia. «Il meridiano» e altre prose (2008).

 

 

 

 

 

 

 

recensioni


dello stesso autore nel catalogo Einaudi 


 

Condividi questo articolo su...