Avviso

Alighiero Boetti

Electa arte

VOL. I 2009, pp. 376, ill. 680  € 200,00 978883707127

VOL. II 2012, pp. 640,  € 200,00 978883709002

VOL. III 2015, pp. 207,  € 140,00 978883709002

curatore: Jean-Christophe Ammann

per l' acquisto scegli tra

   
 

Alighiero Boetti

Catalogo generale. Tomo primo

 

 

Maestro della costruzione e dell'artefatto, distinto da una raffinata ironia concettuale, Alighiero Boetti si è cimentato per tutta la vita in una complessa e variegata ricerca. In questo primo appuntamento con l'artista torinese, vengono catalogate le opere degli anni 1962-1971, periodo cruciale e di profonda ricerca. I principi generativi che ne fanno vibrare l'anima, come l'ordine e il disordine, il caso e la necessità, il cercare e il trovare, l'uguale e il diverso, vengono sviluppati, nel suo lavoro, attraverso materiali poveri e procedure semplici "ma di straordinaria limpidezza estetica".
È soprattutto nell'etica della produzione artistica che Boetti scardina le regole dell'arte, equiparando l'artista all'artefice: assolvendo alla sola ideazione dell'opera, ne delega l'effettiva realizzazione, per la quale si affida - come nel caso delle celebri Mappe - a mano d'opera esperta.


Un progetto di quattro volumi ne raccoglie l'opera intera: a questo, faranno seguito nel 2012 gli anni 1972-1978 per chiudere con i tomi relativi agli anni 1979-1985 e 1986-1994.

Catalogo generale. Tomo secondo

 




Catalogo ragionato dal 1972 al 1979

 


La seconda tappa della catalogazione dell'opera di Alighiero Boetti, uno degli artisti più influenti del XX secolo.

Grande sperimentatore di materiali, Alighiero Boetti, commissionò a partire dal '71 ad alcune ricamatrici afgane la sua serie più nota: le Mappe. Questa e le altre opere realizzate negli anni settanta mettono in evidenzia alcuni concetti fondamentali del suo lavoro: molteplicità, differenza e ripetizione.

E' esattamente tra il 1972, anno a partire dal quale decide di inserire una "E" fra il nome e il cognome evidenziando così il dualismo della sua identità, e il 1979 che Boetti realizza le sue opere più importanti. E' questo il periodo trattato dalla seconda uscita della collana dei cataloghi generali e ragionati Electa.

Il progetto di catalogazione che sarà realizzato in 4 volumi è a cura di Jean-Christophe Ammann in collaborazione con l'Archivio Alighiero Boetti. La sua consacrazione mondiale nel 2012 è avvenuta grazie alla grande retrospettiva a lui dedicata: Game Plan, mostra itinerante che dal Reina Sofia di Madrid è andata alla Tate di Londra per giungere infine al MoMA di New York. Boetti è stato inoltre tra i protagonisti di Documenta 13 diretta da Carolyn Christov-Bakargiev.

Catalogo generale. Tomo terzo

 

Una nuova tappa del catalogo ragionato dell'opera di Alighiero Boetti, uno degli artisti più influenti del XX secolo. Il volume tratta gli anni dal 1980 al 1987. Negli anni '80 si intensifica la produzione dei lavori su carta, in cui Boetti crea un microcosmo di immagini e iscrizioni. Molte di queste carte sono una sorta di diario sul quale l'artista appunta date, pensieri, riflessioni. Le frasi sono sempre scritte con la mano sinistra in quanto per l'artista "scrivere con la sinistra è disegnare". Spesso le carte presentano riferimenti a immagini di opere precedenti, con collage di elementi fotografici o serigrafici.

 

Condividi questo articolo su...