Avviso

Fo, Lu Santo Jullare Franzesco

 

collana: Super ET 
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2014
pagine: 112
prezzo: € 17,00
ISBN: 9788806223113
a cura di: Franca Rame
a cura di: Chiara Porro
illustrazioni di: Dario Fo
traduzione di:
argomento: narrativa italiana
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
      



 

Dario Fo

Lu santo Jullare Franzesco


Da papa Francesco alla vita del santo di Assisi: Dario Fo riscrive una delle sue fabulazioni piú intense, per riflettere sul nostro presente attraverso la vita e le idee rivoluzionarie di uno straordinario innovatore del pensiero cristiano.

Nuova edizione a cura di Franca Rame e Chiara Porro.
Con 61 disegni originali di Dario Fo.

Allestito con le scenografie dipinte dallo stesso Dario Fo ormai quindici anni fa e tornato a calcare le scene in una nuova forma al Teatro Duse di Bologna nel febbraio del 2014, Lu Santo Jullàre Franzesco prende spunto da leggende popolari, testi canonici del Trecento e documenti riscoperti negli ultimi tre secoli. A emergere è il lato umano del santo che amava definirsi «jullàre al servizio di Dio»: la personalità multiforme, la capacità di comunicare l'idea di un Dio aperto al dialogo con l'uomo peccatore, il carisma e l'abilità istrionica che lo hanno reso universale patrimonio dell'umanità e non solo della Chiesa. In questa riscrittura Fo dedica l'incipit del testo a papa Francesco, a un possibile cambiamento di rotta della Chiesa (piú un auspicio che una scommessa a tutti gli effetti) e alla decisione di Bergoglio di chiamarsi, appunto, Francesco. Un nome che nessun papa aveva osato scegliere prima, per un santo che il potere ecclesiastico aveva a lungo cercato di «addomesticare», riuscendoci solo dopo la sua morte con l'imposizione di una biografia autorizzata e l'eliminazione di qualsiasi riferimento al Francesco sovversivo della prima cronaca.

Il 27 marzo 2014 papa Francesco ha parlato davanti a 492 parlamentari italiani, svegliati alle 6 del mattino, fra i quali vi erano 9 ministri, 19 sottosegretari, la presidente della Camera, il presidente del Senato e, senza mai levare il tono, ha detto, piú o meno, che al tempo di Gesú c'era una classe dirigente, quella dei farisei, che si era allontanata dal popolo, lo aveva abbandonato, incapace di altro se non di seguire la propria ideologia e di scivolare verso la corruzione. Dominavano soltanto interessi di partito e lotte interne. Il cuore di questa gente, di questo gruppetto con il tempo si era indurito tanto che era impossibile sentire la voce del Signore. E da peccatori, sono scivolati, sono diventati corrotti. È tanto difficile che un corrotto riesca a tornare indietro. Il peccatore, sí, perché il Signore è misericordioso e ci aspetta tutti. Ma il corrotto è fissato nelle sue cose, e questi erano corrotti. E per questo si giustificano, perché Gesú, con la sua semplicità, ma con la sua forza di Dio, dava loro fastidio.

 

Dario Fo (San Giano, Varese, 1926), autore, attore, regista e scenografo, è da oltre quarant'anni uno dei protagonisti piú vitali e coraggiosi del nostro teatro. Nel 1997 ha ricevuto il premio Nobel per la letteratura.
Nel catalogo Einaudi sono disponibili: una raccolta in quattordici volumi di tutte Le commedie («Gli Struzzi»); Manuale minimo dell'attore, Marino libero! Marino è innocente! e Morte accidentale di un anarchico; Mistero buffo, Lu Santo Jullàre Franzesco (nuova edizione Super ET 2014) e Johan Padan a la descoverta de le Americhe -tutti e tre con videocassetta («Einaudi Tascabili. Stile Libero»); Il diavolo con le zinne («Collezione di teatro»); Sotto paga! Non si paga! («Collezione di teatro»); Sant'Ambrogio e l'invenzione di Milano (2009); Arlecchino («Einaudi. Stile Libero»). Nella collana «I Millenni» è uscito nel 2000 Teatro. Nel 2012, per Einaudi Stile libero, è uscito il cofanetto libro+Dvd di Ruzzante, nella versione andata in scena al Teatro Lirico di Milano nella primavera del 1995.

Recensioni

dello stesso autore nel catalogo Einaudi 

Condividi questo articolo su...