Avviso

Crepet, Elogio dell' amicizia

collana: Stile Libero extra 
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2012
pagine: 144
prezzo: € 15,50
ISBN: 9788806212605
a cura di:
traduzione di:
argomento:
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
      

collana: Super ET
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2014
pagine: 144
prezzo: € 10,50
ISBN: 9788806219895
a cura di:
traduzione di:
argomento:
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
      

 

 

Paolo Crepet

Elogio dell' amicizia


«Bisogna partire dal coraggio di sfidare ciò che abbiamo dato per scontato e troppo spesso banalizzato e vilipeso. L'amicizia».
Paolo Crepet, Elogio dell'amicizia

Il legame sociale e affettivo piú nobile, l'amicizia, in un libro che ne rivela la forza consolatoria e al tempo stesso rivoluzionaria, in un'epoca segnata dalla crisi e dalla banalizzazione dei sentimenti.

Col tono sobrio ma appassionato di sempre, Paolo Crepet indaga l'amicizia, sentimento «piú dogmatico dell'amore», che non conosce sfumature di comodo, per ridarle dignità. Si interroga sulle amicizie maschili e femminili, sul loro rapporto con l'amore e con il sesso, con il dolore e con la morte, con la fedeltà e il tradimento. E ancora sull'amicizia tra genitori e figli e sul senso che essa ha all'epoca dei social network. Rivelandoci il potere che rivestono nella nostra vita le relazioni che non giudicano e non ricattano, ma chiedono complicità e gratuità. E lasciandoci nella mente alcuni ritratti indimenticabili, che con leggerezza e ironia trattengono qualcosa del passato, e ci fanno intuire che nell'amicizia il tempo non è mai perduto.

 

Paolo Crepet (www. paolocrepet. it) è psichiatra e sociologo.

Dal 2004 è direttore scientifico della Scuola per Genitori (www.impresafamiglia.it).
Per Feltrinelli ha pubblicato Le dimensioni del vuoto. I giovani e il suicidio (1993), Cuori violenti. Viaggio nella criminalità giovanile (1995), Solitudini. Memorie d'assenza (1997), e, con G. De Cataldo, I giorni dell'ira. Storie di matricidi (1998). Con Einaudi: Non siamo capaci di ascoltarli (2001), Voi, noi (2003) e I figli non crescono più (2005), poi raccolti nel volume La gioia di educare (2008); e inoltre la raccolta di racconti Naufragi. Storie di confine (1999, 2002), La ragione dei sentimenti (2002 e 2004), Dannati e leggeri (2004 e 2006), Sull'amore (2006 e 2010) , Dove abitano le emozioni (2007), con Mario Botta e Giuseppe Zois, A una donna tradita (2008), Sfamiglia (2009 e 2011), Un'anima divisa (2010), L'autorità perduta (2011) e Elogio dell'amicizia (2012). Crepet ha inoltre scritto per Einaudi l'introduzione a Nemico di classe di Nigel Williams (2000), a Io, Pierre Rivière, avendo sgozzato mia madre, mia sorella e mio fratello... (2000) e a I ragazzi della via Pál (2003). Nel 2010 ha curato la raccolta di saggi Perché siamo infelici.

 

dello stesso autore nel catalogo Einaudi 

Condividi questo articolo su...