Avviso

Arriano, Anabasi di Alessandro - Fondazione Valla


Fondazione Valla

0452360, 2 Vol. cof. € 60,00

0447285, Vol. I, 2001, III ed. 2004, pp. CXVI-564, €30,00

0452371, Vol. II, 2004, III ed. 2011, pp. LXVIII-716, €30,00


per l' acquisto scegli tra

  

Arriano

Anabasi di Alessandro

a cura di Francesco Sisti e Andrea Zambrini


Quando Arriano cominciò a scrivere l’Anabasi, il carattere di Alessandro già da tempo era diventato oggetto di discussione nelle scuole di filosofia e di retorica, e la sua imitatio si era diffusa tra gli imperatori romani. Arriano era sobrio, scrupoloso, preciso: cercava di rinnovare l’esattezza di Senofonte: consultò e utilizzò gli storici più fededegni. Ma cancellò i paesaggi orientali, che avevano incantato Curzio Rufo: tutto il suo quadro è occupato dal nuovo Achille, che conquistò il mondo. Di quel l’Achille egli sentiva di essere il nuovo Omero.

Francesco Sisti ha insegnato letteratura greca all’Università di Viterbo. Si è occupato di lirica greca, della commedia nuova e della storiografia relativa ad Alessandro Magno.

Andrea Zambrini insegna storia greca al l’Università di  Viterbo. Ha pubblicato studi sulla storiografia e sulla geografia di età greco-romana.

VOLUME I - LIBRI I-III
a cura di Francesco Sisti

VOLUME II - LIBRI IV-VII
a cura di Francesco Sisti e Andrea Zambrini


Condividi questo articolo su...