...se non ci fossero i libri, noi saremmo tutti rozzi e ignoranti, senza alcun ricordo del passato, senza alcun esempio; la stessa urna che accoglie i corpi cancellerebbe anche la memoria degli uomini.

Cardinale Bessarione

Avviso

Articoli

Crouzet-Pavan, Maire Vigueur, Decapitate

collana: Einaudi Storia 
editore: Einaudi
data pubblicazione: 01/10/2019
pagine: XVIII - 368
prezzo: € 32,00
ISBN: 9788806242565
a cura di:
traduzione di: Rossana Lista
argomento:
formato: rilegato
per l'acquisto scegli tra:
  

 

 

 

Elisabeth Crouzet-Pavan

Jean-Claude Maire Vigueur

Decapitate

Tre donne nell'Italia del Rinascimento


Un'inchiesta appassionante sui costumi, le pratiche culturali e l'autorità signorile nel Rinascimento italiano; ma anche un contributo eccezionale alla storia delle donne.

Tra il 1391 e il 1425 tre donne sono decapitate per ordine dei loro mariti. Spose di tre fra i piú importanti signori dell’Italia del Rinascimento – di Mantova, Milano, Ferrara – Agnese Visconti, Beatrice di Tenda e Parisina Malatesta sono condannate a morte per adulterio. Eppure nessuna donna infedele subiva allora un tale castigo; inoltre, altra stranezza, invece di dissimulare tale condanna alla pena capitale, i tre signori la resero, al contrario, pubblica. Si tratta di un enigma storico che Élisabeth Crouzet-Pavan e Jean-Claude Maire Vigueur intendono svelare. Certamente queste tre donne hanno tradito i loro mariti, ma sono soprattutto colpevoli di aver tentato di prendere parte alle grandi innovazioni culturali e politiche del loro tempo. Sono punite per aver voluto trasgredire lo statuto tradizionalmente scialbo di «sposa del signore». Condannandole a morte, i loro mariti riaffermano simbolicamente il loro potere di principi.

Questo libro è nato da un’osservazione, o piuttosto, come spesso accade nell’esistenza dello storico, da un’intuizione. Essa indicava che era davvero sorprendente che tre donne, spose tutte e tre di signori, in quanto ritenute adultere fossero state giustiziate dai loro mariti nell’arco di un periodo relativamente breve, poco piú di trent’anni, tra la fine del XIV e l’inizio del XV secolo. E quell’intuizione suggeriva invece che, nella storia dell’Italia del Nord al tempo del primo Rinascimento, con queste tre morti erano avvenuti tre eventi singolari. Chi erano dunque queste tre donne? La prima si chiamava Agnese Visconti e fu decapitata nel 1391; la seconda, Beatrice di Tenda, morí nel 1418; la terza, Parisina Malatesta, fu giustiziata nel 1425. Quanto ai loro mariti, figuravano tra i personaggi piú importanti dell’Italia del tempo. Agnese, infatti, aveva sposato Francesco Gonzaga, signore di Mantova; il marito di Beatrice non era altri che il duca di Milano, Filippo Maria Visconti; Parisina era invece la seconda sposa di Niccolò III d’Este, signore di Ferrara. Il crimine che le aveva condotte alla morte era lo stesso per ognuna di loro: aver commesso adulterio con un uomo che, riconosciuto colpevole del medesimo crimine, venne giustiziato assieme a colei che era, o sarebbe stata, la sua amante. Lo scopo del libro è non tanto ricostruire la loro vita – esercizio in ogni caso quasi impossibile – quanto cercare di comprendere ciò che poté legittimare, nella storia di queste coppie signorili, un simile evento: tre morti per decapitazione.

 

Élizabeth Crouzet-Pavan insegna Storia medievale alla Sorbona. Ha dedicato alla storia di Venezia studi fondamentali, fra i quali «Sopra le acque salse». Espaces, pouvoir et société à Venise à la fin du Moyen Âge (École française de Rome, Roma 1992), nuova ed. Le Moyen Âge de Venise. Des eaux salées au miracle de pierres (Albin Michel, Paris 2015), La mort lente de Torcello. Histoire d'une cité disparue (Fayard, Paris 1995) e Venise: une invention de la ville. XIII-XV siècle (Champ Vallon, Seyssel 1997). Tra i suoi altri libri ricordiamo: Inferni e Paradisi. L'Italia di Dante e Giotto (Fazi, Roma 2007) e Rinascimenti italiani. 1380-1500 (Viella, Roma 2009). Con Einaudi ha pubblicato Venezia trionfante. Gli orizzonti di un mito (2001) e, con Jean-Claude Maire Vigueur, Decapitate. Tre donne nell'Italia del Rinascimento (2019).

Jean-Claude Maire Vigueur Jean-Claude Maire Vigueur ha insegnato Storia medievale nelle università di Firenze e di Roma Tre. Si occupa principalmente di storia comunale italiana. Tra i suoi libri ricordiamo Les Pâturages de l'Église et la douane du bétail dans la province du Patrimonio (XIV-XV siècles) (Istituto di studi romani, Roma 1981), Comuni e signorie in Umbria, Marche e Lazio(Utet, Torino 1987), I podestà dell'Italia comunale (École française de Rome, Roma 2000), Cavalieri e cittadini. Guerra, conflitti e società nell'Italia comunale (il Mulino, Bologna 2004), Il sistema politico dei comuni italiani (Bruno Mondadori, Milano 2010). Con Einaudi ha pubblicato L'altra Roma. Una storia dei romani all'epoca dei comuni (secoli XII-XIV) (2011) e, con Élizabeth Crouzet-Pavan, Decapitate. Tre donne nell'Italia del Rinascimento (2019)

Recensioni  

recensione di Adriano Prosperi su il manifesto. (leggi)

recensione di Alessandro Barbero su Tuttolibri - La Stampa. (leggi)

dello stesso autore nel catalogo Einaudi

Condividi questo articolo su...