Avviso

Articoli

Petrusevskaja, C'era una volta una donna che cercò di uccidere la figlia della vicina


collana: Stile libero big
editore: Einaudi
data pubblicazione: 16/02/2016
pagine:  200
prezzo: € 16,50
ISBN: 9788806210052
a cura di:
traduzione di: Mario Caramitti
argomento: narrativa straniera
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
  

 

 

Ljudmila Petrusevskaja

C'era una volta una donna che cercò di uccidere la figlia della vicina

 

Tra crudo realismo e senso del fantastico una raccolta di storie che reinventa la tradizione di Gogol' e Poe e racconta la Russia contemporanea come se fosse un atroce, fiabesco scherzo del destino.

Una città messa in ginocchio da una violenta epidemia; un colonnello visitato in sogno dalla moglie defunta che gli intima di non sollevarle il velo dal viso; una donna pedinata da un tale che sostiene di essere suo marito. Apparizioni, interventi sovrannaturali, incubi e scherzi del destino. Dai Canti degli slavi orientali, le Allegorie, i Requiem e le Fiabe prorompe una galleria di personaggi sulfurei e vibranti. Tratteggiati col piglio inimitabile dell'enfant terrible della letteratura russa.

 

Ljudmila Petrusevskaja è nata nel 1938 a Mosca, dove vive. Dopo essere stata a lungo ostracizzata ai tempi dell'Unione Sovietica, con questa raccolta di racconti ha raggiunto una notorietà anche internazionale. Ha scritto una quindicina di libri e vinto numerosi riconoscimenti tra i quali il piú importante premio letterario russo alla carriera.

 

Recensioni

recensione di Nadia Caprioglio "La Stampa" (leggi tutto)


della stessa autrice nel catalogo Einaudi

Condividi questo articolo su...