Avviso

Handke, Canto alla durata

 
collana: Collezione di poesia
editore: Einaudi
data pubblicazione: 21/06/2016
pagine: 72
prezzo: € 10,00
ISBN: 9788806176495
a cura di:
traduzione di: Hans Kitzmüller
argomento: poesia
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
 

Peter Handke

Canto alla durata

 

Restando fedele
a ciò che mi è caro e che è la cosa piú
importante,
impedendo in tal maniera che si
cancelli con gli anni,
sentirò poi forse
del tutto inatteso
il brivido della durata
e ogni volta per gesti di poco conto
nel chiudere con cautela la porta,
nello sbucciare con cura una mela,
nel varcare con attenzione la soglia,
nel chinarmi a raccogliere un filo.

Prendendo spunto da Goethe, «maestro del dire essenziale», Handke propone in questo poemetto una sua personale ricerca sul concetto di durata, l'entità che fornisce contorno a quanto ha la tendenza a dissolversi. Connessa al ripetersi degli eventi quotidiani, ma al contempo svincolata dalla permanenza in luoghi o itinerari consueti, la sensazione della durata è l'esito della fedeltà a ciò che l'individuo sente come piú profondamente proprio: fedeltà al divenire di una persona, fedeltà a «certe piccole cose» che ci accompagnano «in tutti i traslochi», fedeltà infine a determinati luoghi, un lago, una piazza, una sorgente alla periferia di Parigi. La durata tuttavia non esiste a priori, bisogna cercarla, andarle incontro, trovare un punto di mai definitiva, instabile quiete. La poesia - dice Handke - è uno dei migliori supporti in questa ricerca interiore. Ed è dunque naturale che questo libro di meditazione filosofica sia stato scritto in versi, quasi per bussare alla porta di quella condizione sapienziale tipica della poesia di ogni tempo.

 

Peter Handke è nato a Griffen, in Carinzia, nel 1942 e attualmente vive a Chaville, nei pressi di Parigi. Fra le numerose opere tradotte in Italia, citiamo Infelicità senza desideri (1976), Esseri irragionevoli in via d'estinzione (Einaudi 1976), La donna mancina (1979), L'ora del vero sentire (1980), Lento ritorno a casa (1986), Il cinese del dolore (1988), Saggio sulla stanchezza (1991), Saggio sul juke-box (1992), Saggio sulla giornata riuscita (1993), Canto alla durata (Einaudi 1995, ultima edizione «Collezione di poesia» 2016), Il mio anno nella baia di nessuno (1996), Un viaggio d'inverno (Einaudi 1996), Appendice estiva a un viaggio d'inverno (Einaudi 1997), In una notte buia uscii dalla mia casa silenziosa (1998), Lucia nel bosco con quelle cose lí (2001) e Un disinvolto mondo di criminali (Einaudi 2002). Handke ha inoltre firmato la sceneggiatura di alcuni film di Wim Wenders. Premio Nobel per la letteratura nel 2019.

 

 

 

 

 

 

 

recensioni


dello stesso autore nel catalogo Einaudi 


 

Condividi questo articolo su...

al Punto Einaudi Bologna puoi utilizzare

Carta del Docente

Bonus Cultura 18app

Carta del Docente

Bonus cultura-18app


Premio Strega 2020

autori Einaudi candidati

 

 

Premio Campiello  2020

finalista

Patrizia Cavalli

Con passi giapponesi

 

 recensioni 

  Ausias March, Un male strano

 

recensione di Maurizio Cucchi su Robinson - la Repubblica. (leggi)

 

Matteo Nucci, Achille e Odisseo

recensione di Melania Mazzucco su il venerdì - la Repubblica. (leggi)

 

Daniel Immerwahr, L’impero nascosto

recensione di Paolo Simonetti su Alias - il manfiesto. (leggi)

 

Ernesto Franco, Vite senza fine

  

articolo dell'autore su Tuttolibri - La Stampa. (leggi)