...i libri che ti mancano per affiancarli ad altri nel tuo scaffale, i libri che ti ispirano una  curiosità improvvisa, frenetica e non chiaramente giustificabile.

Italo Calvino

Avviso

Janz, 1914-1918. La Grande Guerra

collana: La Biblioteca  
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2014
pagine: VI - 394
prezzo: € 30,00
ISBN: 9788806221751
a cura di:
traduzione di: Elisa Leonzio
argomento:
formato: rilegato
per l'acquisto scegli tra:
  

 

 

Oliver Janz

1914 - 1918

La Grande Guerra

 

La prima guerra mondiale fu combattuta su molti fronti. Le battaglie che costarono il maggior numero di vite umane si svolsero nell’Europa orientale. Ma nonostante tutte le vittorie dei tedeschi sul fronte russo la guerra alla fine si decise all’Ovest. Lí si scontrarono con maggior veemenza le principali società industriali del tempo. E lí si mostrò con la massima chiarezza ciò che distingueva la prima guerra mondiale da tutte le guerre che l’avevano preceduta e che l’avrebbero seguita: la guerra di posizione pressoché infinita e la battaglia dei materiali con il suo indescrivibile orrore. Per questo il fronte occidentale ha plasmato il ricordo della prima guerra mondiale come mai nessun altro fronte o scenario di battaglia. Oliver Janz, 1914-1918

Nel 1914 il mondo crollò, travolto da una catastrofe storica che avrebbe dominato in modo indelebile il nostro immaginario e le cui conseguenze sarebbero giunte fino a noi. Su quei tragici anni, che trasformarono radicalmente la geografia politica e i rapporti di forza mondiali, questo libro getta uno sguardo inedito, descrivendoli in tutti i loro aspetti politici, culturali, economici e umani come il primo evento autenticamente globale della storia dell'umanità.

La Grande Guerra non fu soltanto il primo conflitto «totale» - capace, cioè, di coinvolgere e mobilitare ogni forza sociale ed enormi risorse economiche -, ma anche la prima guerra realmente globale nella storia del mondo. Essa rappresentò non solo per l'Europa, ma anche per molti paesi extraeuropei la «catastrofe originaria del XX secolo». Prima di allora mai nessun evento aveva cambiato la vita di cosí tante persone in tutti i continenti. La prima guerra mondiale dimostra quanto il mondo e il sistema di potere internazionale fossero globalizzati già nel 1914. Un disastro su vasta scala che, a partire dai Balcani, influenzò in maniera diretta sia i sistemi produttivi e finanziari sia l'assetto sociale e politico dei paesi che presero attivamente parte al conflitto, dall'Europa e le sue colonie fino ai molti Stati extraeuropei. Ed è proprio a partire da questo punto di vista globale che Oliver Janz analizza gli eventi e le conseguenze di lungo periodo del conflitto. Storia politica, economica, militare e sociale - dai movimenti delle masse e degli eserciti alla vita quotidiana delle popolazioni -, raccontata avvalendosi dei piú recenti apporti della ricerca storiografica: un saggio innovativo che unisce al rigore della ricostruzione storica una prospettiva originale e ricca di sfaccettature.

 

Charles King insegna International Affairs and Government alla Georgetown University (Washington, DC). È autore di sei libri sull'Europa orientale. In italiano ha pubblicato Storia del mar Nero (Donzelli, 2005). Con Odessa (Einaudi, 2013) ha vinto il National Jewish Book Award. Nel 2014, sempre per Einaudi, è uscito Il miraggio della libertà. Storia del Caucaso. Di prossima pubblicazione presso Einaudi Midnight at the Pera Palace. The Birth of Modern Istanbul.

 

Recensioni


dello stesso autore nel catalogo Einaudi

Condividi questo articolo su...