a 20 € al mese.

tutti i libri che vuoi

 


…i libri ci danno un diletto che va in profondità, discorrono con noi, ci consigliano e si legano a noi con una sorta di famigliarità permanente.

Francesco Petrarca

Avviso

Prosperi, Dare l'anima

collana: Piccola Biblioteca Einaudi Ns  
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2015
pagine: XII - 388
prezzo: € 28,00
ISBN: 9788806224943
a cura di: 
traduzione di: 
argomento:
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
  

 

 

Adriano Prosperi

Dare l'anima

Storia di un infanticidio

 

Bologna 1709. Un fosco caso di infanticidio come crocevia di un acceso dibattito in cui principî teologici, morali e scientifici si scontrano intorno all'essenza della vita e alla natura dell'anima.

Questa storia pone un problema moralmente inquietante, tale che chi la considera non può minimamente godere della distanza temporale come della riva sicura da cui si guarda un naufragio lontano. La vita di una donna si intreccia qui con quella del figlio da lei concepito, partorito e ucciso. La vita e la morte del figlio derivano da lei e su di lei reagiscono in un legame indissolubile, di cui è parte essenziale la violenza fatta e subita.

Che cosa è possibile conoscere di chi resta ai margini della società o vi si affaccia solo per il tempo brevissimo di una nascita subito seguita dalla morte? Questa domanda antica è qui riproposta alla luce della storia di una donna, processata per infanticidio, e di suo figlio. La ricerca ha condotto in direzioni diversissime: accanto a esigue tracce anagrafiche e processuali è stato necessario esplorare il vasto territorio occupato dall'infanticidio come peccato e come delitto, come pratica diffusa nella società cristiana e come ossessiva proiezione mentale contro l'umanità «altra» di ebrei e streghe. Accanto alla lunga disciplina per convogliare la riproduzione umana nel matrimonio è emerso il peso di una intera tradizione teologica e medica nell'esplorare le forme della trasmissione della vita nel contesto di una religione dominata da un Dio diventato uomo in un corpo di donna. Fissare l'attimo iniziale della vita fu il problema su cui si vennero progressivamente concentrando conoscenza scientifica e dottrine religiose. La vicenda di Lucia rimanda a quelle di moltissime donne dell'epoca sua, il suo caso si situa nel quadro delle concezioni dell'identità umana e dei rituali elaborati per fissare i confini tra i vivi e i morti. La sorte sua e quella di suo figlio appaiono cosí inestricabilmente legate al modo in cui quella cultura risolse un problema antico e ricorrente nella storia delle nostre civiltà: se esista e in che cosa consista la speciale natura dell'essere umano.

Indice
Parte prima. La storia. I. Dagli atti del processo. II. L'infanticidio come ossessione. III. L'infanticidio come pratica sociale: da peccato a reato. - Parte seconda. Gli attori: persone e non persone. La madre. I. «Una figliola grande, giovane fatta». II. «Un prete giovane». III. «Il Carnevale prossimo passato». IV. «Mi levò il mio onore e mi sverginò». V. «Son sempre stata da me sola». VI. «M'indussi col detto cortello a dare la morte a detto mio figlio partorito vivo mettendoli la punta di detto cortello nella gola». Il figlio. Il seme e l'anima. I. «Un puttino maschio». II. «Ben compito in tutte le sue parti». III. Una «creatura» senza nome, ovvero quando un uomo non è un uomo. IV. Battesimo. V. Morire senz'anima. VI. L'anima. - Parte terza. La giustizia. I. La sentenza: «Ut moriatur et anima ab eius corpore separetur». II. «Accolta e consolata». III. Pentimento e perdono. Postfazione. - Indice dei nomi e dei personaggi.

 

Adriano Prosperi (1939) è professore emerito di Storia moderna presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Tra le sue opere, nel catalogo Einaudi: Tribunali della coscienza. Inquisitori, confessori, missionari («Biblioteca di cultura storica», 1996 e «Piccola Biblioteca Einaudi», 2009); La figura del vescovo fra Quattro e Cinquecento: persistenze, disagi e novità (Storia d'Italia. Annali, vol. 9, 1986); Penitenza e Riforma (Storia d'Europa, vol. IV, 1995); Incontri rituali: il papa e gli ebrei (Storia d'Italia, vol. 11/1, 1996). È autore, insieme a Paolo Viola, di Manuale di storia moderna e contemporanea («Piccola Biblioteca Einaudi ns», 2000).
Nel 2001 (sempre nella «Piccola Biblioteca Einaudi ns») è stato pubblicato Il concilio di Trento: una introduzione storica. Nel 2005 in «Einaudi Storia» è uscito Dare l'anima (nuova edizione PBE 2015); nel 2008 Giustizia bendata. Percorsi storici di un'immagine; nel 2010 è uscito, nei «Passaggi Einaudi» Cause Perse - Un diario civile; nel 2013, negli «Einaudi Storia», Delitto e perdono..

 

Articoli e recensioni


dello stesso autore nel catalogo Einaudi 

Condividi questo articolo su...