Avviso

Boom 60

ollana: Electa arte
editore: Electa
data pubblicazione: 25/10/2016
pagine: 263
prezzo: € 35,00
ISBN: 9788891810144
a cura di: M. Milan  -  D. Ventroni
traduzione di: 
argomento: catalogo mostra - Milano, 18 ottobre 2016-12 marzo 2017
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
ACQUISTA
 

Boom 60! Era arte moderna.

Catalogo della mostra Milano, 18 ottobre 2016-12 marzo 2017


Il filo conduttore della mostra e del catalogo è il mondo dell'arte - nel decennio a cavallo del 1960 (1955-1965) - raccontato dai settimanali e dai mensili di attualità illustrata italiani, i cosiddetti rotocalchi, che in quegli anni raggiungono tirature altissime e sono sempre più diffusi, nonché dal cinema (cinegiornali, filmati di repertorio, interviste, film d'invenzione) e dalla televisione delle origini. Quanto emerge da tale narrazione è un'immagine dell'arte contemporanea e dei suoi protagonisti alternativa rispetto a quella della critica colta. Le novità artistiche si scontrano con le attese di un grande pubblico molto diffidente nei loro confronti e, nei mass media; i temi dell'arte - dalle grandi mostre, con gli inevitabili strascichi polemici, al genere sempre popolare del ritratto e alla rappresentazione degli artisti e del loro mondo s'intrecciano spesso e volentieri con la presenza di celebrità del cinema e della televisione.

Condividi questo articolo su...

al Punto Einaudi Bologna puoi utilizzare

Carta del Docente

Bonus Cultura 18app

Carta del Docente

Bonus cultura-18app


Premio Strega 2022

 Mario Desiati, Spatriati


Premio Strega giovani


60° premio Campiello

Antonio Pascale, La foglia di fico


Premio Campiello opera prima

Francesca Valente, Altro nulla da segnalare


 

     recensioni 

Russell Banks, I tradimenti

 recensione di Marco Rossari su tuttolibri - La Stampa. (leggi)

 

James Poskett, Orizzonti

recensione di Andrea Capocci su il manifesto. (leggi)

 

James Ellroy

 
intervista di Giancarlo De Cataldo su Robinson - la Repubblica. (leggi)

 

Maurizio Bettini

Roma, città della parola

 

recensione di Eva Cantarella su Corriere della Sera. (leggi)