...se non ci fossero i libri, noi saremmo tutti rozzi e ignoranti, senza alcun ricordo del passato, senza alcun esempio; la stessa urna che accoglie i corpi cancellerebbe anche la memoria degli uomini.

Cardinale Bessarione

Avviso

Articoli

La coscienza del vero

collana:Electa arte
editore: Electa
data pubblicazione:2016
pagine:192
prezzo: € 35,00
ISBN: 978891807478
a cura di:
traduzione di: 

argomento: Catalogo della mostra Trento, Rovereto, 4 dicembre-3 aprile 2015

formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
 
ACQUISTA
 

La coscienza del vero

Capolavori dell'Ottocento da Courbert a Segantini


Nella stagione tra il Romanticismo e l'Impressionismo, ovvero fra il 1840 e 1895, anno della prima Biennale di Venezia, l'adesione al "Vero" connotò le principali espressioni artistiche in Italia, dal sud al nord, nella pittura, nella letteratura e nella fotografia.

Il realismo avviato dalla tecnica magistrale di Gustav Courbert, presente in mostra con un'intera sala a lui dedicata, contribuì a svincolare la pittura e la scultura dai temi mitologici e aristocratici in favore dell'autenticità delle classi subalterne, della borghesia, del proletariato, dei contadini. Preferendo la pittura en plen air agli atelier e le rappresentazioni soggettive alle regole delle accademie, i pittori dell'Ottocento svelarono il rapporto tra realtà e rappresentazione soprattutto nei ritratti e negli autoritratti.

In catalogo circa 70 opere provenienti sia dalle collezioni del Mart, sia da prestigiose raccolte pubbliche e private, tra le quali spiccano i lavori di maestri indiscussi cone Gustave Courbert, Giovanni Segantini, Francesco Hayez, Mosè Bianchi, Giustiniano Degli Avancini, Alessandro Guardassoni, Pompeo Marino Molmenti, Eugenio Prati, Giuseppe Tominz.

 

Condividi questo articolo su...