20 AL MESE.

TUTTI I LIBRI

CHE VUOI


Ecco quello che non si dovrebbe mai cessare di essere: dei lettori, dei lettori puri, che leggono per leggere, che sanno leggere che, insomma, leggono e basta...

Charles Péguy

Avviso

Articoli

Hacking, I grandi fotografi

 

collana: i Saggi
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2015
pagine: 304
prezzo: € 45,00
ISBN: 9788891809803
a cura di:
traduzione di: Cristina Spinoglio
argomento: fotografia
formato: rilegato
per l'acquisto scegli tra:
 

Juliet Hacking

I grandi fotografi


«Ridurre circa 180 anni di produzione fotografica (si pensi che il solo Cartier-Bresson produsse di piú di mezzo milione di negativi in un'unica vita) a meno di quaranta nomi, significa che le biografie presentate qui appartengono a coloro che sono passati alla posterità. I trentotto artisti rappresentati in queste pagine hanno tutti creato immagini straordinarie servendosi della fotografia. Ma non sono assolutamente i soli grandi fotografi esistenti. Lo scopo di raccontare queste vite è quello di rammentare al lettore alcuni dei piaceri e dei valori della biografia nel suo rapporto con la storia dell'arte: non solo la sua accessibilità e il suo interesse, ma anche il suo ruolo di correttivo alla moda attuale delle cronologie (con la loro natura sedicente fattuale). Spero che questi brevi saggi aiutino a controbilanciare l'idea dominante secondo cui la biografia è antiintellettuale. Anche se l'aforisma classico ars longa, vita brevis continua a essere attuale, ora siamo meno inclini a concepire la vita e l'opera di un artista in opposizione tra loro, e le vediamo entrambe come l'arena in cui si modellano, si forgiano e si creano forme nuove con il loro irresistibile slancio vitale».

Le vite dei grandi fotografi sono altrettanto affascinanti e ricche di implicazioni quanto le immagini che essi ci hanno lasciato, molti delle quali fanno ormai parte del nostro paesaggio culturale. Eppure, delle storie che stanno dietro l'obiettivo - fatte di difficoltà economiche, di tragedie personali, di successi e di sconfitte - spesso sappiamo ben poco. Questo libro racconta con bruciante rapidità e in modo coinvolgente le esperienze di vita di trentotto fra le figure piú importanti e influenti dell'intera storia della fotografia, da Ansel Adams a Madame Yevonde. Esaminando la biografia e il percorso formativo di questi artisti, dai risvolti singolari e complessi, nonché il crogiolo sociale, culturale e politico in cui tali visioni del mondo hanno preso forma, Juliet Hacking getta una nuova luce sulla loro opera. Questo originale saggio non fornisce soltanto una maggiore e piú sfumata comprensione di ogni personalità, ma guida sottotraccia il lettore attraverso le innovazioni, i movimenti e gli sviluppi dell'intera storia della fotografia.


Ansel Adams, Manuel Álvarez Bravo, Diane Arbus, Eugène Atget, Richard Avedon, Margaret Bourke-White, Bill Brandt, Brassaï, Claude Cahun, Julia Margaret Cameron, Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, Roy DeCarava, Charles Lutwidge Dodgson, Robert Doisneau, Peter Henry Emerson, Walker Evans, Roger Fenton, Lady Clementina Hawarden, Hannah Höch, André Kertész, Gustave Le Gray, Man Ray, Robert Mapplethorpe, László Moholy-Nagy, Eadweard Muybridge, Nadar, Norman Parkinson, Irving Penn, Albert Renger-Patzsch, Aleksandr Rodcenko, August Sander, Edward Steichen, Alfred Stieglitz, Paul Strand, Shomei Tomatsu, Edward Weston, Madame Yevonde.

 

Juliet Hacking, dopo aver diretto per tre anni il Dipartimento di fotografia di Sotheby's di Londra, dal 2006 dirige il Master in fotografia (storica e contemporanea) del Sotheby's Institute of Art. Ha curato e scritto il catalogo per la mostra «David Wilkie Wynfield: Princes of Victorian Bohemia» per la National Portrait Gallery. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo il volume, da lei curato, Photography. The Whole Story (Thames & Hudson 2012) e, in italiano, I grandi fotografi (Einaudi, 2015).

Recensioni

 

dello stesso autore nel catalogo Einaudi

Condividi questo articolo su...