a 20 € al mese.

tutti i libri che vuoi

 


…i libri ci danno un diletto che va in profondità, discorrono con noi, ci consigliano e si legano a noi con una sorta di famigliarità permanente.

Francesco Petrarca

Avviso

Articoli

Riotta, Il web ci rende liberi?


collana:  Passaggi  
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2013
pagine: 160
prezzo: € 18,00
ISBN: 9788806201197
a cura di:
traduzione di:
argomento:
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:

 


 

Gianni Riotta

Il web ci rende liberi?

Politica e vita quotidiana nel mondo digitale


La rivoluzione digitale governa ormai la nostra vita.
Ci chiediamo, tra speranze e nevrosi, se il web ci renda liberi o ci opprima, ci arricchisca o renda miserabili.
Con la fine del Novecento si è chiuso il secolo delle Masse e si è inaugurato il XXI, quello delle Persone, gli Individui. Ma a decidere le sorti della rivoluzione saranno i nuovi contenuti che sapremo creare, senza lasciarci ipnotizzare dalla potenza della tecnologia.

Viviamo oggi la grande transizione dal secolo delle Masse, il XX, al secolo Personal, il XXI, dove domina l'Individuo: siamo noi, padri e madri e figli e figlie, l'umanità decisiva perché online il Buio non prevalga sulla Luce. A patto di alimentare nei nuovi media digitali valori classici, tolleranza, ragione, equanimità, curiosità, allegria, critica, autocritica, libertà, dialogo e confronto.
Molte delle innovazioni tecnologiche sono nate con uno scopo diverso da quello per cui le ricordiamo: il torchio a stampa riproduceva Bibbie in latino; il telegrafo lanciava sos; la radio era solo un «telegrafo senza fili»; Arpanet, l'antenata di internet, era una difesa in caso di attacco militare. È stato con il «mutamento dei contenuti» che è avvenuta la rivoluzione. Quando gli stampatori pubblicano testi in volgare e i primi giornali, quando il telegrafo trasmette le corrispondenze degli inviati del «Times», quando Hitler e Roosevelt utilizzano la radio per fare propaganda. Oggi siamo a questo stesso passaggio dell'era cibernetica. Anche se abbiamo creato gli strumenti del domani, vi travasiamo ancora i vecchi contenuti: l'editoria che cerca una soluzione alla crisi negli e-book, la scuola che si mette online, la fabbrica che diventa digitale. «Il XXI secolo è l'epoca degli individui, - dice Riotta, - leader politici, tecnici specializzati e artigiani del web che creeranno i contenuti di una rivoluzione attesa da tempo e la cui battaglia per l'egemonia è appena iniziata».

 

Gianni Riotta è Visiting Professor a Princeton University e all'IMT di Lucca dove fa ricerca su new media e Big Data. È membro permanente del Council on Foreign Relations. Editorialista della «Stampa» e «Foreign Policy», è stato direttore del Tg1 e del «Sole 24 ore». Per Einaudi ha pubblicato N.Y. Undici Settembre (2001) e Il web ci rende liberi? (2013). Vive tra New York e Milano.

 

dello stesso autore nel catalogo Einaudi

Condividi questo articolo su...