Condividi il sito su...

 

 


Fondare le biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire.

Marguerite Yourcenar

Avviso

Hjort & Rosenfeldt, Oscuri Segreti

collana: Stile libero big 
editore: Einaudi
data pubblicazione: 2011
pagine: 520
prezzo: € 20,00
ISBN: 9788806208387
a cura di:
traduzione di: Roberta Nerito
argomento: narrativa straniera
formato: brossura
per l'acquisto scegli tra:
      
 

Michael Hjort & Hans Rosenfeldt

Oscuri segreti

Le cronache di Sebastian Bergman


Un omicidio che sembra seguire un macabro rituale. Una piccola, agguerrita squadra di investigatori a caccia dell'assassino. Uno psicologo, specializzato in serial killer, che torna sui luoghi della sua infanzia e si rende ben presto conto che per scoprire il colpevole dovrà fare i conti prima di tutto con il suo passato.

Il primo capitolo di una nuova serie poliziesca che ha conquistato i lettori svedesi, raggiungendo i vertici delle classifiche.

Sebastian Bergman è un uomo alla deriva. Ha perso moglie e figlio durante lo tsunami che ha devastato l'arcipelago indiano, ha rinunciato al suo lavoro di psicologo e profiler, ha ripreso la vecchia e mai dimenticata abitudine di portarsi a letto una donna per sera. Quando torna nella cittadina dove è nato, per sistemare e vendere la casa della madre, non immaginerebbe mai di ritrovarsi faccia a faccia con i vecchi colleghi della squadra Omicidi, impegnati a indagare sull'assassinio di un ragazzo di sedici anni, scomparso da casa e ritrovato nelle paludi intorno a Västerås con il cuore asportato. Un'occasione imperdibile per ritrovare se stesso e il gusto della sfida che ne aveva fatto un membro insostituibile della squadra, ma anche un'immersione in un mondo che conosce fin troppo bene, che ha imparato a odiare fin dall'infanzia e con il quale, ora, sarà forse costretto a venire a patti.

«Non era un assassino. Continuava a ripeterselo, trascinando il cadavere del ragazzo lungo il pendio: non sono un assassino.
Gli assassini sono criminali. Persone cattive. L'oscurità ha inghiottito le loro anime, hanno abbracciato le tenebre voltando le spalle alla luce. Invece lui non era cattivo.
Anzi.
Non aveva dimostrato l'esatto opposto, ultimamente? Non aveva messo da parte sentimenti e volontà, arrivando addirittura a farsi violenza per il bene altrui? Aveva sempre porto l'altra guancia, ecco cosa aveva fatto.
La sua presenza lí, in quella conca acquitrinosa in mezzo al nulla, con il cadavere del ragazzo, non era una prova ulteriore della sua propensione a fare la cosa giusta? Perché lui doveva fare la cosa giusta.
Non avrebbe piú tradito».


Michael Hjorth è uno dei fondatori e proprietari della società di produzione Tre Vänner, specializzata in film per il grande e il piccolo schermo.
Per Einaudi, con Hans Rosenfeldt, ha pubblicato Oscuri segreti (Stile Libero Big 2011), Il discepolo (Stile Libero Big 2013) e Anime senza nome(Stile Libero 2017).

Hans Rosenfeldt è drammaturgo, attore e anchorman televisivo. Per Einaudi, con Michael Hjorth, ha pubblicato Oscuri segreti (Stile Libero Big 2011), Il discepolo (Stile Libero Big 2013) e Anime senza nome (Stile Libero Big 2017).

 

dello stesso autore nel catalogo Einaudi

Condividi questo articolo su...

Premio Nobel

2019

Peter Handke

    recensioni  

Giorgio Agamben, Studiolo

 

recensioni di Massimo Onofri su Avvenire. (leggi)

 

Vladislav Vancura

La fine dei vecchi tempi

articolo di Giuseppe Dierna su il venerdì - la Repubblica. (leggi)


Vincenzo Trione

L’opera interminabile

 recensione di Tomaso Montanari su il Fatto Quotidiano. (leggi)


Mariangela Gualtieri,

Quando non morivo

  

recensione di Daniele Piccini su la Lettura - Corriere della Sera. (leggi)


Sherry Turkle

Insieme ma soli

recensione di Giorgio Biferali su Il Messaggero. (leggi)


al Punto Einaudi Bologna puoi utilizzare

Carta del Docente

Bonus Cultura 18app

Carta del Docente

Bonus cultura-18app